spiderplast-geoplast-provvedimento-cautelare

DALIFORM GROUP, SCACCO MATTO ALLE VIOLAZIONI DI BREVETTO

Tribunale di Venezia, sezione specializzata in materia di impresa

Il giudice designato Dott.ssa Martina Gasparini a seguito del ricorso per descrizione sequestro e inibitoria, ex artt. 129, 131 e 134 c.p.i., 669 bis e ss. 670 c.p.c. proposto da TPS Srl e Daliform Group Srl ha disposto, nei confronti di SPIDERPLAST Srl l’inibitoria a produrre, usare e/o commercializzare e/o pubblicizzare in qualsiasi forma e modo, in qualsiasi canale di vendita, compresa la rete internet, le fiere, ed ogni altra sede commerciale, di tutti i modelli di cassero ad altezze regolabili denominati GOLIATH o comunque denominati in contraffazione del titolo di privativa indicato nel ricorso;

E’ stata fissata la sanzione di € 500,00 per ogni violazione o giorno di ritardo nell’esecuzione di quanto disposto;

E’ stata disposta la pubblicazione del dispositivo dell’ordinanza, a caratteri doppi del normale, a cura della ricorrente ed a spese della resistente, con diritto al rimborso a presentazione delle fatture, per una volta sul quotidiano Il corriere della Sera ed il Gazzettino edizioni nazionali;

Le società SPIDERPLAST Srl e GEOPLAST Spa sono state condannate, in solido tra loro, al pagamento delle spese di lite.

condanna-geoplast-vittoria-daliform-600x300

BREVETTI VIOLATI, DALIFORM GROUP VINCE LA CAUSA

Vittoria in tribunale per la Daliform Group e la T.P.S. che oltre a dover difendere le proprie privative in sede internazionale si sono viste contraffare i propri prodotti da aziende del padovano.

Dopo una vertenza durata sei anni il Tribunale di Venezia – Sezione specializzata in materia di Impresa – ha condannato le aziende GEOPLAST S.p.A. e GRANPLAST 2001 Srl, entrambe di Grantorto, a risarcire oltre un milione e mezzo di euro, comprensivo  di penali e rifusione di costi/spese.
Già nel marzo 2011 erano stati emessi provvedimenti cautelari e di inibitoria contro i prodotti ELEVETOR e NAUTILUS ed in seguito, nel settembre 2013, contro il prodotto NAUTILUS EVO, tutti della Geoplast Spa, poiché ritenuti in contraffazione dei brevetti corrispondenti ai sistemi ATLANTIS ed U-BOOT BETON®, ossia due tra i prodotti di maggior successo della DALIFORM GROUP e apprezzati da archistar del calibro di Renzo Piano, Paolo Portoghesi, Mario Botta, Zara Hadid, Libeskind, Arata Isozaki, Jean Nouvel e molti altri…

La sentenza è stata pubblicata (per estratto) il 29 Settembre 2016 dal Corriere della Sera e il 30 Settembre 2016 ne Il Sole 24ORE – in conformità a quanto disposto dallo stesso Tribunale.